Tradizione

“Gli impulsi curativi, che ogni uomo possiede,
si risvegliano, si coltivano e fioriscono grazie allo yoga.”
(Helga Simon-Wagenbach)

La ricchezza e la singolarità della “via dello Yoga” ne fanno uno strumento fruibile ed accessibile ad ogni persona ed in ogni tempo.

T. Krishnamacharya è stato un “rivoluzionario” nella scena dello Yoga:

  • ha saputo adattare la pratica all’individuo,
  • ha messo a disposizione dell´uomo moderno la conoscenza e la saggezza millenaria dello Yoga,
  • se ne è servito per curare anche delle malattie,
  • ha favorito l’accesso alle donne.

Estremamente colto e preparato in diversi ambiti (filosofia, medicina, ayurveda, sanscrito, ecc.), ha saputo unire all’Hatha Yoga gli aspetti filosofici e religiosi dello Yoga, ha attinto ai testi antichi, primo fra tutti lo “Yoga Sutra” di Patanjali. Fu definito anche “il padre dello Yoga moderno” perché insegnò a Pattabhi Jois, B,K,S. Ivengar, Indra Devi, il figlio D.K.V. Desikachar, A.G. Mohan, divenuti maestri di fama internazionale.

In particolare suo figlio TKV Desikachar ha diffuso il suo insegnamento nel mondo attraverso vari allievi, tra cui R. Sriram, figura di riferimento per l’area tedesca a cui si rifà anche la mia maestra Helga Simon-Wagenbach.

Krishnmacharya
Dasikachar
Sriram

 

Simon-Wagenbach